Review / 11.01.2008

de5018 – Ideabiografica

Ci vuole la giusta predisposizione emotiva per entrare nel microcosmo dei validi prodotti dell’etichetta statunitense Dragon’s Eye Recordings. Ogni volta che mi accingo all’ascolto di un nuovo lavoro rimango piacevolmente colpito dalla sapiente cura con la quale vengono confezionati. Copertina e custodia studiati per amanti e libidinosi collezionisti. La musica poi è un’altra qualità intrinseca. La si potrebbe definire electronica sperimentale, tanto per dare una vaga idea, anche se la sperimentazione è sovente caustica ed al limite della cacofonia. Non si discosta da tutti i cd da me precedentemente recensiti “Through Thickness” di Kamran Sadeghi. I suoni ivi contenuti implodono e si sfasciano con un’enfasi fragorosa. I rumori electronici divampano e si sviluppano nitidi e composti. I battiti sono sempre concentrici e senza nessuna sbavatura. L’asse del pennello sbatte sulla punta della tavola senza nessuna pietà. Ogni recondita emozione, non gradita agli estranei, viene moderatamente estromessa. Il consiglio è quello di maneggiare con la dovuta cura.
– Ideabiografica